GPL VS GAS METANO: CARATTERISTICHE E DIFFERENZE CHIMICHE

GPL e metano sono i due gas più utilizzati per soddisfare le esigenze energetiche dell’utenza domestica, nonché il fabbisogno di combustibile di molti settori produttivi. Pur avendo caratteristiche diverse, offrono un rendimento similare, tant’è che spesso vengono utilizzati in maniera alternativa.

Composizione chimica

La sigla GPL indica un gruppo di sostanze gassose, i gas di petrolio liquefatti, formati da una miscela composta prevalentemente da propano e butano, ai quali talvolta si aggiungono etilene e butilene. Poiché i GPL sono inodori, è obbligatorio (per legge) che vengano odorizzati per mezzo dell’aggiunta di etantiolo, un composto organico che conferisce al gas un odore acre piuttosto forte.

Il metano, invece, è un idrocarburo appartenente al gruppo degli alcani. In natura si trova allo stato gassoso; è inodore, incolore nonché altamente infiammabile. Dal punto di vista chimico, è composto da molecole a forma di tetraedro con al centro un atomo di carbonio e ai vertici quattro atomi di idrogeno. Il metano passa allo stato liquido quando viene raffreddato ad una temperatura pari o inferiore a – 162°.

Potere calorifico

Il Potere Calorifico (P.C.), ossia l’energia che si può ricavare (in condizioni standard) da un combustibile, è uno dei parametri di riferimento per quantificare il rendimento energetico di una massa di gas. Il potere calorifico del metano è pari a circa 8.250 kcal/m3; nello specifico, il dato rappresenta il “potere calorifico inferiore” che tiene conto anche dei fenomeni di dispersione termica che si verificano durante la combustione. Per quanto riguarda il GPL, invece, il potere calorifico inferiore corrisponde a 21.120 kcal/m3, ovvero quasi tre volte superiore a quello del metano.

Quale dei due conviene?

Dicevamo che il calore che sviluppa un m3 di GPL è circa tre volte quello di un m3 di metano. Naturalmente hanno costi diversi, come comprendere quale dei due prodotti è più conveniente?

Occorre tenere presente che se il metano produce energia 3 volte in meno del Gpl, deve costare 3 volte in meno. Se costa di più di 1/3 conviene il Gpl.

Valga un esempio attuale: se il costo di un metro cubo di metano per riscaldamento al consumo ammonta a circa 2 euro e un metro cubo di gpl a circa 4 euro (valori dei due prodotti molto vicini a quelli attuali), conviene il Gpl, poiché occorreranno ben 6 euro di metano (3X2euro) per pareggiare il potere calorifico di un metro cubo di Gpl.

Principali utilizzi di GPL e metano

Sia il GPL che il metano vengono ampiamente utilizzati in diversi ambiti, in particolare quello domestico, per l’alimentazione di cucine, impianti di riscaldamento ed elettrodomestici a gas. In aggiunta, sono diffusamente impiegati nel settore industriale e in quello agricolo, in special modo per l’essicazione delle materie prime e il mantenimento della temperatura all’interno delle serre di coltivazione. In misura minore, metano e GPL sono utilizzati come combustibile per l’autotrazione, per il trasporto su gomma e la mobilità privata.

I maggiori paesi produttori

In base ai dati relativi al 2020, gli Stati Uniti rappresentano il principale produttore di gas naturale al mondo; nell’anno di riferimento, la produzione americana ha superato i 770 miliardi di metri cubi, quasi 10 miliardi di m3 in più rispetto alla Russia, confermatasi come secondo produttore mondiale con oltre 665 miliardi di m3. Al terzo posto si trova l’Iran (oltre 214 miliardi di m3), seguito da Qatar, Canada e Cina. L’Italia, invece, nel 2020 ha prodotto 5,5 miliardi di m3 di gas naturale.

Il primato nella produzione di GPL, a livello globale, spetta alla Cina (687.000 barili al giorno), seguita da Stati Uniti (630.000 barili al giorno), Russia (494.000 barili) e India (245.000). L’Italia figura tra i primi dieci produttori mondiali con 65.000 barili al giorno, terzo paese europeo dopo la Germania (83.000 barili) e il Regno Unito (80.000 barili).

Modalità di trasporto

Dato l’ampio utilizzo a livello globale, GPL e metano vengono importati ed esportati con differenti modalità di trasporto. I gas di petrolio liquefatti viaggiano su gomma (nelle autocisterne), su ferro (cisterne ferroviarie) e via mare, tramite apposite navi cisterna. Il trasporto del metano, invece, viene effettuato principalmente tramite i metanodotti internazionali o intercontinentali oppure via mare, utilizzando navi metaniere sulle quali il gas viene stoccato allo stato liquido.

Le forniture di GPL e metano di Energas

Il consumo domestico di gas, sia esso GPL o metano, può essere ottimizzato, riducendo l’impatto sui costi di esercizio degli impianti, scegliendo un combustibile ad elevate prestazioni disponibile ad un prezzo favorevole. Le forniture Energas, in tal senso, rappresentano l’opzione ideale per il vantaggioso rapporto qualità-prezzo che garantisce un rendimento ottimale a fronte di costi contenuti. I clienti Energas, inoltre, possono beneficiare anche di altri vantaggi quali la consegna a domicilio delle forniture, il rifornimento di bombole e serbatoi e l’assistenza tecnica garantita da personale altamente qualificato.

2022-04-05T09:28:25+02:00