Le buone pratiche per la manutenzione dell’impianto GPL di casa e auto

Il GPL Energas è un’energia comoda e conveniente, ma anche eco-compatibile!
Che sia per alimentare la tua auto o per gli usi domestici, è sempre importante fare la giusta manutenzione dell’impianto GPL per ridurre l’impatto ambientale.
Stando ai dati della ricerca Assogasliquidi, nel 2016 sono state oltre 7 milioni le famiglie italiane che hanno scelto il GPL per uso domestico. Dalla stessa ricerca, emerge che sono e 2 milioni gli automobilisti che hanno deciso di utilizzare un’automobile alimentata a GPL. In entrambi i casi, la scelta è dovuta ai notevoli vantaggi sia in termini di risparmio economico sulla spesa annua, sia di impatto ambientale, poiché si riducono le emissioni di CO2.
Scegliere un’automobile alimentata a GPL è conveniente anche per chi viaggia tanto e vuole risparmiare sulle spese di mantenimento, assicurandosi pure una maggiore longevità del motore. Ovviamente, sarà necessaria un’adeguata manutenzione dell’impianto GPL. Se dopo un determinato periodo l’auto non dovesse rendere più come prima, il motivo potrebbe essere un ostacolo al flusso del carburante. I segnali più evidenti sono le vibrazioni, il calo di potenza o una difficoltà nell’accelerare. Come risolvere questo fastidioso problema? Basterà una pulizia del filtro e il motore migliorerà le proprie prestazioni.
Una buona manutenzione dell’impianto GPL della vostra auto è, quindi, fondamentale sia per risparmiare che per ridurre l’impatto ambientale.
Sarà sempre importante che all’interno del serbatoio ci sia una quantità di benzina superiore a un quarto, in modo tale da non seccare i condotti. Non dimenticate, inoltre, fare i dovuti controlli: ogni 20mila km, bisognerà cambiare il filtro; Ogni 30mila km, sarà meglio far controllare l’insieme dei componenti tra l’albero a camme e le valvole; Ogni 90mila km, invece, andrà effettuato un collaudo generale dell’impianto.
Oltre ai controlli di routine, ogni 10 anni è prevista la sostituzione dei serbatoi, senza i quali si rischia di non superare la revisione periodica e di incorrere anche in un verbale da parte delle forze dell’ordine.

Energas è in grado di fornire il GPL anche per la tua casa, sia in bombole che in serbatoi. Anche nel caso dell’uso domestico esistono delle buone regole a cui attenersi per il suo uso e la manutenzione!
Le bombole GPL, da caricare esclusivamente presso le aziende produttrici o stabilimenti di riempimento autorizzati, sono solide e molto sicure. Ciò nonostante, è buona norma posizionarle su di un piano d’appoggio piano, protette da urti e cadute, sempre in posizione verticale e con la valvola in alto.
E’ importante collocare le bombole GPL in luoghi ben areati: mai in camere da letto, in bagno, garage e, soprattutto, nei locali a rischio incendio.
Per svolgere una corretta attività di manutenzione, basterà sostituire il tubo di raccordo in gomma ogni 5 anni entro la data impressa sul tubo stesso e cambiare la guarnizione fra il rubinetto e il regolatore ad ogni sostituzione della bombola.
Assicurati di non essere in presenza di fiamme, braci o apparecchi elettrici in funzione prima di procedere alla sostituzione della tua bombola di GPL!

2018-05-23T15:12:16+00:00 agosto 29th, 2017|Senza categoria|0 Comments