TERMOSIFONI E CALORIFERI: COME SCEGLIERLI E COME STIMARE LA COPERTURA PER METRI QUADRI

I termosifoni sono una delle soluzioni più comuni tra quelle adottate per il riscaldamento domestico; si tratta di apparati molto semplici, formati da elementi cavi all’interno dei quali viene fatta circolare acqua calda, così da irradiare calore all’interno dell’ambiente in cui sono installati. Affinché il riscaldamento sia ottimale, è necessario scegliere il modello e la disposizione più adatti al contesto di applicazione, tenendo conto sia delle caratteristiche termiche del termosifone sia delle dimensioni dell’ambiente di destinazione. In questo articolo analizziamo in dettaglio i principali fattori da valutare. 

I vari tipi di termosifone 

Dal punto di vista della conformazione, i termosifoni hanno una struttura molto semplice: un collettore tubolare al quale sono solidali una serie di elementi perpendicolari cavi all’interno dei quali circola un fluido termoconvettore (acqua). Le prestazioni del termosifone, però, dipendono principalmente dal materiale con cui sono fabbricati; le opzioni, in tal senso, sono tre: ghisa, acciaio e alluminio 

La ghisa ha un comportamento termico peculiare: impiega molto tempo a riscaldarsi ma, al contempo, riesce a trattenere il calore molto a lungo; di conseguenza, il termosifone resta caldo anche diverso tempo dopo lo spegnimento della caldaia e continua a riscaldare l’ambiente.  

I termosifoni in acciaio, invece, sono più moderni e raffinati; dal punto di vista termico, assorbono molto rapidamente il calore ma, allo stesso modo, non hanno la capacità della ghisa di trattenerlo. Pertanto, questo tipo di caloriferi si riscalda molto in fretta ma una volta spenta la caldaia si raffreddano quasi subito.  

L’alluminio è un’alternativa economica all’acciaio: i termosifoni fabbricati con questo materiale hanno un comportamento pressoché identico per quanto riguarda il rendimento termico (si scaldano e si raffreddano con grande rapidità). 

Quali fattori valutare ai fini della scelta 

Poiché incide sul rendimento dell’impianto di riscaldamento e, nel complesso, sull’efficienza energetica dell’abitazione, la scelta dei termosifoni deve essere ben ponderata. I fattori da valutare per individuare la soluzione più adatta sono i seguenti: 

  • Le dimensioni dell’ambiente da riscaldare: più ampio è il volume, maggiore deve essere il numero di elementi del termosifone; 
  • La tipologia di impianto; in quelli monotubo, gli attacchi dei singoli caloriferi sono disposti in serie, così che l’acqua venga rimessa in circolo solo dopo aver raggiunto l’ultimo elemento. Negli impianti bitubo, invece, ogni termosifone è indipendente dagli altri; 
  • Distanza tra i tubi di mandata e ritorno dell’acqua (in gergo tecnico viene definita “interasse”); 
  • Potenza termica; è il valore riportato nel progetto termotecnico. In assenza di quest’ultimo, si può ricavare dalla scheda tecnica del radiatore dismesso o calcolarlo in base alla volumetria dell’ambiente. 

Come determinare le dimensioni del termosifone 

La volumetria dell’ambiente in cui andrà collocato il termosifone è, come detto, uno dei parametri di riferimento nell’individuazione del radiatore più adatto al contesto di destinazione. Generalmente, sono necessarie 30 kcal per metro cubo per riscaldare a sufficienza una stanza; pertanto, per un ambiente da 50 metri cubi, occorrono 1500 kcal. In aggiunta, va tenuta in conto la resa termica; questo parametro viene riportato (in kcal o Watt) nella scheda tecnica del calorifero. Dividendo la potenza che serve a riscaldare l’ambiente per la resa termica si ottiene il numero ideale di elementi che dovrebbe avere il termosifone. 

Ottimizzare il rendimento dei termosifoni con le forniture Energas 

Un impianto di riscaldamento dotato di termosifoni, per avere un rendimento energetico ottimale, deve essere sottoposto a regolare manutenzione; in aggiunta, è importante impiegare un combustibile economico e di alta qualità per la caldaia, così da ottimizzare le prestazioni dell’intero apparato. La fornitura di GPL di Energas, da questo punto di vista, è l’opzione più indicata, in quanto consente di utilizzare un prodotto ad elevato rendimento disponibile a tariffe concorrenziali. In aggiunta, i clienti che si affidano ad Energas possono godere di altri benefici quali la consegna a domicilio delle forniture, il rifornimento dei serbatoi e l’assistenza tecnica dedicata da parte di personale altamente qualificato.

2022-02-28T12:21:16+01:00